Archive | maggio 2014

Kart + School + Passion = ENJOY # 2

Alberto è docente di Laboratorio persso la ASP Mazzioni di Cinisello Balsamo ed è Team Manager della Squadra Corse. Qui di seguito un simpatico racconto dell’emozionante seconda edizione della Gara di Kart di Jesolo riservata alle scuole professionali del Nord Italia.

 

gofastorgohome.jpg

Ed eccoci qua, carissimi colleghi, studenti, genitori, collaboratori e membri dell’amministrazione, insomma tutti voi che leggete e vi sentite “ Mazziniani “ …..

E’ a voi che proverò, per il secondo anno consecutivo, a raccontare la gara di kart che ha
visto i nostri ragazzi coinvolti, e direi finalmente e meritatamente, protagonisti!!!

Per i più giovani o poco attenti, è importante ricordare che la precedente edizione, quella del nostro debutto, ci aveva visti “sfiorare“ il podio per 4 lunghissimi secondi, per poi cedere la posizione ad un team semplicemente più fortunato ….

Da quell’emozione, da quel brivido di gloria, caricatissimi dal primo premio per la miglior organizzazione, ci siamo “ritirati” nel nostro reparto corse, presso la sede di Cinisello, con la sola intenzione di sbaragliare la concorrenza delle altre scuole, per la successiva edizione …

Durante l’autunno e la conclusione del 2013 abbiamo semplicemente maturato la consapevolezza del nostro potenziale …

Da Gennaio, in accordo con il Coordinamento e la Presidenza, abbiamo dedicato 2 ore settimanali al progetto, e le due classi Quarte coinvolte si sono dimostrate fin da subito entusiaste.

Nei primi mesi dell’anno abbiamo organizzato un’uscita didattica presso la IAME di
Zingonia (BG), azienda leader mondiale nella produzione di motori ad altissime prestazioni per kart.
Per i docenti ed i ragazzi è stata un’esperienza davvero indimenticabile e dopo quella fantastica gita, tra la Asp Mazzini e la IAME, è nata una simpatica collaborazione che ci ha accompagnato fino alla gara di Jesolo dell’11 Maggio.

Per la precisione, e per dovere morale, devo sottolineare la spontanea disponibilità di tutto lo staff della IAME, dei ragazzi della squadra corse, ed in particolare del Responsabile Dott. Giuseppe Mioso, che da allora noi chiamiamo affettuosamente San Giuseppe da Zingonia.

Terminata la preparazione tecnica, abbiamo svolto due giornate di test presso la Pista di Castelletto di Branduzzo (PV).

Durante la prima giornata, tutti i ragazzi delle classi coinvolte hanno potuto provare l’ebrezza di un kart da competizione, in un tracciato omologato per prove mondiali.

Durante la seconda invece, abbiamo lavorato già in “Configurazione Jesolo“ nominando piloti, meccanici e telemetristi, come imposto dal regolamento per l’edizione 2014.

Nuovamente doveroso ringraziare il nostro “Santo protettore”, che assistendoci direttamente in pista ci ha letteralmente viziati con consigli e materiali da super
professionisti.

I ragazzi ovviamente hanno dato il massimo per impegno ed entusiasmo, e come è facile immaginare, i rilievi cronometrici ci hanno subito confermato che passione, costanza ed impegno sono la migliore ed unica ricetta per essere competitivi, su di un kart, in un officina e metaforicamente anche nella vita !!!

Dopo la seconda sessione di prove, pochissimi giorni ci separavano dal grande evento e l’agitazione, comprensibilissima dopo 5 mesi di preparativi, era alimentata anche dalle previsioni meteo incerte e dall’impossibilità di provare il tracciato nella giornata precedente alla gara, per lo svolgersi di una competizione nazionale.

Nel giorno precedente alla manifestazione, ben quattro classi hanno affollato i bungalows di un villaggio turistico non lontano dalla pista … creando un’atmosfera molto vacanziera ….diciamo simpaticamente che era abbastanza difficile spiegare che stessimo lavorando !!!

La mattina del grande giorno, i membri del team, i docenti – tecnici ed i piloti, hanno allestito il paddock terminando le operazioni alle 8.30, per vincere il primo premio della miglior organizzazione circa 20 minuti dopo !!!

Ci siamo guardati sorridendo, ed in molti hanno pensato …. chi ben comincia …. !!!

Alle 9.30 sono iniziate le prove libere, terminate alle 10.30 senza particolari problemi.

Successivamente si sono svolte le prove cronometrate, ed i nostri piloti si sono attestati nella parte alta della classifica.

Prima dell’inizio della gara, c’è stata una piccola riunione tra responsabili dei centri di formazione e la Gestione Pista, per concordare il format dell’evento, che a differenza dello scorso anno, veniva impostato su una gara endurance, fatta da 7 manches di 12 giri ciascuna, intervallate da un pit stop di soli 6 minuti.

Una volta partita la gara, la tensione è scesa, con il susseguirsi dei giri, dei cambi pilota e delle dovute regolazioni, ci siamo immediatamente resi conto che tutto era stato ben studiato e assolutamente efficace.

I ragazzi del team, con tangibile armonia hanno gestito le sette manches in totale autonomia, e i docenti (me compreso) hanno vissuto questi momenti con grande soddisfazione.

L’obbiettivo era completamente raggiunto, e anche se sembra impossibile, durante lo svolgersi della competizione tutte le operazioni sono state svolte senza stress.

Le lezioni teoriche e le prove vicino a casa hanno sicuramente formato un gruppo di lavoro affiatato e coeso, capace di rimanere concentrato anche per molte ore consecutive.

Lo scopo della gara “endurance“ era quello di premiare proprio il lavoro dei ragazzi, la velocità e l’affidabilità del mezzo, ed ovviamente le capacità dei piloti ….

Il metodo di assegnazione dei punti era abbastanza complicato, ma già a metà della gara, qualcuno cominciava a sorridere, sopratutto notando che molti dei team avversari dovevano soffermarsi oltre i sei minuti regolamentari per gli interventi tecnici, perdendo minuti preziosi per la gara.

La sfortuna ha però toccato anche noi, infatti delle tre squadre Mazzini presenti in pista: ZANARDI, MANDARINO e 21, soltanto la prima non ha mai rallentato la sua corsa, le altre due invece, sono state coinvolte in piccoli “contatti“ con gli avversari, e da superficiali noie meccaniche.

Terminate le gare, al paddock Mazzini regnava un’atmosfera che difficilmente riesco a descrivere … direi … scaramanticamente silenziosa !

Nei minuti successivi siamo stati chiamati per le premiazioni, e dopo un breve discorso dell’organizzatore ecco la premiazione !

Per il terzo posto non ci hanno chiamati …

Per il secondo gradino, non ci hanno chiamati …

Per il gradino più alto ….. SQUADRA ZANARDI DELLA MAZZINI DI CINISELLOOOOOOOOOOOOOOOO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Un urlo di gioia e liberazione, Omar con passo deciso si dirige al podio, stringe la mano al direttore della gara e afferra la coppa !!!!!!!!!!!
La alza al cielo e tutti noi applaudiamo in un momento di quelli che sembrano non finire mai !!!!!!!!!!!!

Tutto il team si stringe attorno al mitico Omar e alla coppa, foto , flash, telecamere e addirittura interviste televisive….

Pochi momenti per capire che quella Coppa, quegli abbracci, quelle congratulazioni e quelle FACCE da piccole canaglie dei nostri alunni sono già nella LEGGENDA della MAZZINI !!!!

Dopo un attimo di gioiso smarrimento, ci chiamano nuovamente per salire sul podio della classifica generale …. terzi classificati !

ALTRA COPPA !!!

Foto, flash e tutto come prima.

Unita al premio per miglior organizzazione e alla traghetta celebrativa dell’evento … son ben 4 coppe su 5 premi assegnati !!!

Sussurro ad Omar che dovrà rivedere l’arredamento del suo ufficio perché sono tante, ingombranti e luccicano moltissimoooo !

Giusto il tempo di congratularmi con i colleghi delle altre scuole ed i ragazzi del team mi lavano letteralmente con una enorme brocca d’acqua, sono iniziati i festeggiamenti!!!!

Non riuscirò sicuramente a rendervi partecipi della grande soddisfazione che ci ha accompagnato in quella serata e che tutt’ora ci appartiene.

Raggiungere il massimo risultato, dopo aver lavorato su quell’obbiettivo incessantemente per mesi è qualcosa di assolutamente inspiegabile.

La ASP MAZZINI alla seconda partecipazione è già la SCUOLA DA BATTERE e accetteremo questa piacevole responsabilità con l’entusiasmo che accompagna tutte le nostre attività di laboratorio.

Concludo quindi con i ringraziamenti, sinceri e sentiti da parte di tutti i partecipanti all’evento:

Al nostro Consiglio di Amministrazione, per la illimitata fiducia profusa nelle persone responsabili del progetto.

Alla Presidenza, per averci aiutato nella difficile gestione di un progetto tanto complicato durante l’anno scolastico.

A OMAR, coordinatore, insegnante, collega, padre, amico e da quest’anno…… anche pilota eccezionale !!!

Ai colleghi Montorro e Cocchi, per l’inesauribile energia che ci hanno donato.

Allego quindi, per giustizia sociale e per non dimenticare nessuno, la foto di gruppo.

Alberto Lopane

Gruppo

Da sinistra in piedi: Longo, Avanzi, Gentilesca, Ciancimino, Severino, Parlagreco, Montorro, Vicenzi, Confuorto, Bernardi, Tanzini, Volontè, Lopane, Tuda, Garcia.
Da sinistra accosciati: Zarotti, Blando, Fuoco, Montarone, Armjos, De Stefano, Tullio, Frasca, Cataneo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: